informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come presentarsi ad un colloquio di lavoro di gruppo su Skype?

Commenti disabilitati su Come presentarsi ad un colloquio di lavoro di gruppo su Skype? Studiare a Chieti

Affrontare un colloquio di gruppo su Skype è diventato sempre più comune e frequente. Complice una pandemia globale e la versatilità delle nostre vite digitali gli strumenti di videochat sono diventati nel tempo un canale privilegiato e immediato per la ricerca di personale.

I recruiter delle aziende spesso propongono questa formula, per ottimizzare i tempi e garantire una modalità accessibile a tutti, in particolar modo nella prima fase di scrematura e selezione di un primo gruppo di candidati, da sottoporre a ulteriori colloqui. Vediamo quali suggerimenti seguire per un buon colloquio di gruppo virtuale.

Colloquio virtuale di gruppo

I processi di selezione del personale, soprattutto per aziende grandi, prevedono una fase di preparazione che precede il colloquio individuale e viene svolta con la partecipazione di più candidati a una determinata posizione. Il colloquio di gruppo non è un’invenzione recente, anzi, è una modalità già da tempo esplorata. Il contesto appare a primo acchito più informale e meno “preciso” del colloquio tradizionale individuale, ma anche il colloquio di gruppo ha le sue regole e i suoi particolari criteri. Prima di addentrarci nei suggerimenti specifici per questa tipologia di colloquio di lavoro, è preferibile sapere nel dettaglio di cosa si tratta e che cosa aspettarsi da questa esperienza.

Come si svolge un colloquio di gruppo su Skype

colloquio di gruppoSostanzialmente le modalità di realizzazione del colloquio virtuale sono le stesse del colloquio di gruppo in presenza. I selezionatori si presentano ai candidati (che possono essere in numero variabile tra i dieci e i quindici per volta) e per farlo non si siedono di fronte a un tavolo come accadrebbe in azienda, ma si collegano tramite Skype o altre piattaforme di videochat. Si pongono in una posizione di dialogo e di ascolto, per comprendere che persone hanno davanti. A volte possono scegliere di prendere appunti per tenere memorie di quanto accade, per cui potresti vederli armeggiare con penne e taccuini (anche se la schermata non sempre inquadra il tavolo). Non farti prendere dall’ansia per questi dettagli, che potrebbero farti sentire eccessivamente sotto esame, no. Hanno soltanto il compito di segnare i punti essenziali dell’incontro, non stanno giudicando te come persona, ma valutando voi come professionisti.

Sicuramente, se percepiscono la normale tensione che accompagna questi momenti, faranno in modo di sciogliere l’atmosfera e rompere il ghiaccio, esponendo e illustrando l’azienda, i motivi per cui vi trovate lì e le mansioni che andrà a svolgere il futuro candidato. Anche tu puoi prendere appunti, anzi, può essere utile farlo per rispondere al meglio alle successive domande del colloquio di lavoro. Il tuo interesse e la tua determinazione saranno senz’altro ben valutati già in prima istanza.

Dopo l’apertura del colloquio di gruppo da parte dei selezionatori si entra nel vivo della fase che vede come protagonisti i candidati. Ogni candidato avrà del tempo a disposizione per presentarsi e raccontarsi pubblicamente. In un colloquio di gruppo su Skype questa fase viene gestita con attenzione dai selezionatori, che indicano la successione degli interventi per evitare fastidiose sovrapposizioni. Di solito in presenza si susseguono gli interventi a seconda della disposizione dei presenti nello spazio o intorno a un tavolo. Se ti sei presentato per un colloquio di lavoro internazionale è scontato che la lingua del colloquio sarà l’inglese, ripassa le tue conoscenze per tempo, perché non è il caso di usare Google Translate.

Oltre alle presentazioni di rito può capitare che i recruiter chiedano a ogni candidato di sviluppare un tema o una proposta per un’eventuale problema aziendale da risolvere. Non è detto che ciò avvenga, ma è molto probabile che venga richiesto lo sviluppo di argomentazioni personali su determinati aspetti, che possono anche riguardare la vita personale del candidato. Durante il colloquio di gruppo ciò che interessa a chi seleziona è far emergere le tue potenzialità, il tuo carattere, la tua personalità.

Colloquio di gruppo virtuale: i punti di forza

colloquio di gruppo colloquio di lavoro internazionaleMa il colloquio di gruppo non si fa soltanto per ottimizzare i tempi, spesso e volentieri è il modo migliore per testare la capacità dei singoli candidati di lavorare in gruppo, interagendo e collaborando. A seconda dell’obiettivo e della posizione lavorativa da ricoprire i selezionatori possono proporre delle modalità peculiari proprio per testare la presenza di queste skills nei candidati. Il colloquio di gruppo su Skype, pur non sostituendo completamente quello in presenza, può essere utilizzato anche per proporre dei giochi, degli stimoli creativi finalizzati a far interagire le persone e far venire fuori la loro attitudine collaborativa (se c’è!).

Ma cosa si aspettano di trovare tramite il colloquio di lavoro di gruppo? Facendo un sondaggio tra i responsabili delle risorse umane, abbiamo capito che questi sono gli elementi fondamentali:

  • Lavorare in team e saper svolgere il proprio ruolo specifico
  • Analisi dei problemi e ideazione di soluzioni (problem solving)
  • Argomentazione e spirito di iniziativa
  • Capacità di adattamento e di ascolto reciproco tra le parti
  • Negoziazione volta all’obiettivo
  • Time management, rispetto delle scadenze e delle regole
  • Gestione dell’emotività

Quale atteggiamento mantenere durante un colloquio su Skype di gruppo

Quindi, sei di fronte allo schermo del tuo pc, ma non per questo ti devi sentire a casa tua. Sei comunque chiamato a partecipare a un processo di selezione è per questo devi mantenere un atteggiamento rigoroso, ma non eccessivamente impostato. Anche i consigli su come vestirsi per il colloquio di lavoro speriamo non sia necessario ribadirli in questo contesto, dal momento che pare ovvio che il pigiama non puoi mantenerlo, anche se soltanto il pezzo di sopra.

Anzi, crediamo che vestirsi e prepararsi a dovere anche per un colloquio di lavoro virtuale aiuti a prendere più seriamente la situazione e a predisporsi al meglio. Detto ciò, passiamo ai consigli su come comportarsi durante i colloqui di gruppo, su Skype o no.

  • Parlare con chiarezza e in maniera sintetica
  • Argomentare le proprie posizioni nel concreto, con esempi pratici e cambiare opinione ove sia necessario
  • Usare un tono di voce consono, né alto né troppo basso, ed evitare di gesticolare in manira eccessiva
  • Evitare polemiche e toni prepotenti
  • Ascoltare con attenzione quello che gli altri hanno da dire
  • Mantenere la calma e la concentrazione. Anche se non guardi gli altri direttamente negli occhi ma tramite uno schermo evita di guardare altrove
  • L’imbarazzo va bene, ma è meglio saperlo gestire, sorridere è un modo per sciogliere la tensione dei muscoli facciali
  • La cosa più importante: essere te stesso

Colloquio di gruppo su Skype: come fare un figurone

Sei lì tra tanti, ma vuoi proprio che quel posto sia tuo. Non è per fare le scarpe agli altri che sei lì, ma per ottenere ciò per cui hai lottato tanto. “Che vinca il migliore”, insomma. Non è semplice sostenere quel tipo di tensione competitiva, ma prenderla come un gioco può aiutarti a stare meglio. Un gioco serio, ovviamente. Un gioco di cui devi conoscere le regole. Ecco quali sono secondo noi i suggerimenti più utili per affrontare al meglio il tuo colloquio su Skype di gruppo.

Per prima cosa: informati sulla tipologia di colloquio. Un colloquio virtuale può essere diverso da un altro. Non sono tutti uguali. Cerca di informarti per tempo sul tipo di colloquio, di modo da arrivare preparato.

Secondo consiglio: la fretta è cattiva consigliera. Le domande del colloquio di lavoro sono il nucleo di ogni colloquio. L’emozione può giocare brutti scherzi quando si deve rispondere di fronte a tante persone e quando si è consapevoli che da quelle risposte ne va del proprio futuro. Non essere eccessivamente istintivo, respira, concentrati e rispondi attenendoti soprattutto alla domanda. Terzo e ultimo consiglio: ricorda che si tratta di un colloquio di gruppo e come tale necessita di particolari attenzioni: cerca di rispettare gli altri, i loro tempi di intervento, i loro contributi. Ascolta e partecipa senza sovrastare lo spazio altrui.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali