informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come essere costante nello studio?

Commenti disabilitati su Come essere costante nello studio? Studiare a Chieti

La regola aura per uno studente è capire fin da subito come essere costante nello studio. Per raggiungere determinati obiettivi in un lasso di tempo prestabilito è necessario radicare le proprie intenzioni con una buona dose di volontà e di organizzazione. Essere consapevoli della propria attitudine a rimandare è un ottimo punto di partenza per modificare le abitudini che ci frenano e ci limitano e per iniziare a mettere a punto strategie pratiche per trovare il giusto ritmo e continuità.

Migliorare la costanza nello studio

studente all'universitàAnche il cervello è un muscolo, anche per migliorare le proprie abilità mentali è possibile allenarsi, e gradualmente conseguire risultati sorprendenti dal punto di vista del rendimento nello studio. Performance dai grandi risultati assicurano un picco di soddisfazione immediata, ma spesso corrispondono anche a momenti di down, in cui ci si lascia andare e si abbandonano i buoni propositi per lasciare spazio a un indolente lassismo. E di conseguenza si perde il ritmo e i risultati nel lungo termine ne risentono. Per migliorare la costanza nello studio è doveroso procedere con equilibrio e trovare tecniche efficaci per sostenersi nel corso del del tempo.

Abbiamo collezionato qualche suggerimento su come studiare con costanza direttamente dagli studenti dell’Università di Chieti, e questi sono i loro consigli, sperimentati “sul campo”.

Dare un ritmo alla giornata

La costanza è una qualità che si genera in automatico quando le condizioni intorno sono favorevoli. Una delle condizioni che ne ostacola il manifestarsi è la confusione. Se la tua giornata è un susseguirsi di eventi vissuti alla giornata senza un planning, uno schema, una lista di cose da fare da spuntare (possibilmente prioritarie e fattibili) probabilmente dopo poco ti ritroverai impantanato nel caos e ti lascerai trascinare da ogni tipo di evento non focalizzando il tuo obiettivo: studiare. Come fare per sviluppare costanza per studiare, partendo da un consiglio pratico? Prova con il segreto della prima ora. Se hai difficoltà con la pianificazione non puoi pretendere di programmare ogni cosa, è sufficiente farsi un’idea chiara di cosa fare durante la prima ora della giornata, includendo in questo frangente le attività più richiedenti in termini di energia, e quelle necessarie e fondamentali per avanzare nel tuo lavoro e nella tua carriera formativa.

In automatico, in breve tempo, grazie a una sola ora vedrai migliorare la tua situazione di procrastinatore seriale e sarai in grado di ampliare la fascia oraria programmata, da una a più ore, continuando a collezionare i risultati che ti sei prefissato.

Rifare il letto

Si è sentito molto parlare di consigli su come smettere di procrastinare, esistono addirittura corsi per migliorare la concentrazione e la costanza ed essere più produttivi. Ma uno dei consigli più interessanti, secondo il nostro modesto parare, è quello di rifarsi il letto. È assurdo pensare che rifarsi il letto possa intaccare l’attitudine a rimandare le cose da fare, ma è così: rimettere in ordine il letto fa parte di quei gesti banali che servono a focalizzarsi nel momento presente, e a fissare gli obiettivi della giornata. È un momento di chiusura con la notte e di apertura del nuovo giorno, che può finalmente iniziare con la “piega” giusta.

Tenere traccia dei progressi

Qui dipende un po’ da che tipo sei, se ami la carta, gli appunti scarabocchiati al volo, gli schemi intuitivi, allora puoi trovare un’agenda o un quaderno su cui scrivere quanti e quali sono gli obiettivi raggiunti, dopo averli immaginati e scritti precedentemente. È utile darsi obiettivi minimi, a breve termine, sempre fattibili, ma soprattutto è giusto e proficuo valorizzare il momento in cui questi obiettivi vengono raggiunti, segnandolo sul quaderno. Oppure su un’applicazione. Anche per migliorare la costanza nello studio la tecnologia ci viene incontro. Per tenere traccia dei tuoi progressi puoi cercare sullo Store del tuo smartphone qualcosa che ti aiuti a registrare i vari passaggi. Ne esistono diverse opzioni, pensate per supportare lavoratori, privati e anche studenti nella scalata verso i propri personali successi.

Non puntare troppo in alto

Ok, adesso ti sei messo in testa che devi migliorare le tue performance di studio, ma non è il caso di spingere troppo il piede sull’acceleratore e di pretendere troppo da te stesso. Una corda troppo tesa si spezza, mentre tu hai bisogno di avere sempre un punto di tensione in equilibrio tra la disciplina e la flessibilità. Pensi di poterci riuscire? Innanzitutto abbassa il tuo range di aspettative. Per questo abbiamo ribadito più volte l’importanza di essere realisti e di porti obiettivi fattibili. Punta, soltanto inizialmente, a “bassi” risultati, per comprendere quando e quanto alzare il livello ma senza incorrere in picchi di stress.

Questo consiglio si associa ad un altro grande insegnamento: imparare a perdere il controllo. Rinunciare al perfezionismo significa anche accettare l’idea di non poter avere il controllo su tutto. Le manie di controllo spesso sfociano in inutili sprechi di energia che provocano momenti di cortocircuito in sui perde la pazienza, la motivazione e… il controllo. Eh sì, perché è proprio impossibile per definizione mantenerlo, e se non lo capisci da solo è la vita stessa a fartelo capire.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – cellar-door

Credits foto 1: Depositphotos.com – .shock

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali