informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa fare dopo la magistrale in psicologia? Le possibilità da valutare

Commenti disabilitati su Cosa fare dopo la magistrale in psicologia? Le possibilità da valutare Studiare a Chieti

Ti sei appena iscritto eppure stai già pensando a cosa fare dopo la magistrale in psicologia. Sei uno studente previdente, complimenti. In effetti dobbiamo smentire le voci che sostengono che sia difficile trovare lavoro con la laurea in ambito psicologico, oppure che questo percorso accademico debba sfociare per forza in professioni strettamente legate alla consulenza psicologica. È certo che la tua carriera lavorativa ruoterà intorno a un settore umanistico e relazionale, ma le possibilità sono ampie e diversificate. In questo articolo cercheremo di mostrarti quanti sbocchi e strade ti aspettano dopo le tue fatiche universitarie.

Magistrale in psicologia: cosa fare dopo

laurea in psicologiaVogliamo continuare a farti i complimenti. La tua scelta di iscriverti al corso di laurea magistrale in Psicologia verrà senz’altro ripagata anche dall’aumento delle possibilità lavorative a cui vai incontro. Non tutti gli studenti della laurea triennale scelgono di iscriversi alla magistrale. La ormai decennale suddivisione dei cicli accademici con la formula 3+2 ha permesso a molti studenti di scegliere come modulare il percorso all’interno dell’università e una buona percentuale sceglie di fermarsi dopo aver conseguito il titolo triennale.

Ma è scontato che la laurea magistrale rappresenta un titolo ulteriore, capace di offrire una preparazione più strutturata e completa e di valorizzare il curriculum anche ai fini occupazionali.

Se a queste considerazioni aggiungiamo le valutazioni sui tagli alla spesa pubblica anche in ambito sanitario, è facile intuire che con una laurea magistrale in psicologia si hanno più chance di inserimento, attualmente con una certa prevalenza del settore privato.

Siamo qui per indicare quali sono i campi aperti agli sbocchi lavorativi per laureati in psicologia, oltre allo sbocco naturale della professione da psicologo.

Opportunità occupazionali per laureati in psicologia

Saprai già quali sono gli step necessari per lavorare come psicologo. Dovrai affrontare un iter preciso, e anche un po’ impegnativo. Innanzitutto dovrai aver concluso in tirocinio previsto dall’università e, dopo aver ottenuto il titolo, partecipare al concorso pubblico. Il superamento del concorso ti abilita alla professione.

In questo articolo, però, vogliamo concentrarci anche su altri sbocchi. Una professione che affascina da tempo i laureati in discipline psicologiche è quella del criminologo. Anche se la televisione ci ha trasmesso un’immagine stereotipata di questo mestiere, la realtà è leggermente diversa ma ugualmente affascinante.

Il criminologo si occupa dell’analisi dei fattori psicologici del colpevole, della vittima e del fatto, studiando diversi aspetti: dal contesto sociale a quello geografico in cui è avvenuto il reato, è molto altro. Chi persegue questa carriera può tentare l’inserimento in ambito psichiatrico-forense, ad esempio lavorando come Consulente Tecnico d’Ufficio o Consulente Tecnico di Parte per enti locali, Tribunali dei Minori, istituzioni carcerarie e progetti in ambito pubblico e privato, finalizzati alla prevenzione del crimine e al supporto alle vittime di violenza.

Questo è soltanto un esempio tra quelli che suscitano maggiore interesse e curiosità agli studenti e alle studentesse di discipline psicologiche. Ma troviamo altri ambiti professionali che si prospettano ai laureati, ad esempio:

  • Assistenza sociale in vari settori (dipendenze, traumi, disturbi alimentari o altro)
  • Scolastico
  • Integrazione dei migranti
  • Selezione e formazione aziendale
  • Disabilità
  • Giuridico-forense

Tutti questi settori sono caratterizzati da un forte bisogno di personale preparato nella progettazione di interventi di tipo psicologico, ovvero che tengano conto della dimensione psicologica dell’individuo e del gruppo in cui si opera. Soltanto un laureato alla magistrale possiede le competenze per comprendere il quadro in cui si inseriscono le problematiche e le necessità individuali dei soggetti coinvolti, e può contribuire disegnando progetti in grado di sostenere e attivare le potenzialità insite in ogni individuo e in ogni contesto.

Altri sbocchi professionali dopo la laurea in Psicologia

sbocchi lavorativi psicologiaAltri due settori, oltre a quelli che abbiamo individuato nel paragrafo precedente, sono quelli dell’insegnamento e delle risorse umane, indubbiamente due campi che godono di un incremento delle opportunità. Anche in questo momento di crisi il settore dell’istruzione e quello delle risorse umane continuano a segnare percentuali di occupazione incoraggianti, anche per i laureati in psicologia.

Ti ricordiamo che abbiamo preferito non dedicare spazio alle due professioni che tradizionalmente vengono considerate lo sbocco privilegiato per i laureati in questo ambito: la professione di psicologo e la professione di psicoterapeuta. Entrambe queste carriere andrebbero indagate per bene, soprattutto nelle diverse modalità di lavoro che corrispondono anche a diverse specializzazioni: dalla psicologia umanistica alla psicologia della Gestalt, sono davvero tante le differenze negli approcci, accumunati comunque dal lavoro focalizzato verso le variabili psicologiche dei soggetti e dei gruppi.

Come dicevamo poco sopra, per i laureati alla magistrale della facoltà di Psicologia, si aprono anche le porte del settore istruzione. Possono difatti accedere all’insegnamento, non solo come sostegno, ma anche come insegnanti nelle materie per le quali si sono formati, ad esempio all’interno del liceo delle scienze umane. Sempre restando nell’ambito dell’istruzione, ma spingendoci verso un contesto più accademico, una percentuale minore eppure rilevante sceglie di dedicarsi a un percorso di ricerca tramite dottorato di ricerca all’Università. Una bellissima opportunità per chi ama la disciplina e ha uno spirito orientato all’approfondimento e allo studio.

Non ci resta che dedicare le ultime osservazioni al settore delle Risorse Umane a cui abbiamo già accennato in questo paragrafo. Anche questo viene considerato un grande classico della laurea in psicologia. Il recruiter, o responsabile delle risorse umane si occupa degli aspetti gestionali del personale, svolgendo attività di particolare importanza: gestione, selezione, formazione e valutazione del personale.

I futuri responsabili delle risorse umane, gli studenti che si formano in materie psicologiche per lavorare in questo campo, sono spesso coloro che si sono specializzati in psicologia del lavoro, scegliendo questo orientamento durante il corso di laurea triennale e magistrale, oppure iscrivendosi a un master specializzato.

Master e specializzazioni in psicologia

Veniamo dunque al discorso sui master. Non possiamo tralasciare questo tema. Chi si chiede cosa fare dopo la laurea in psicologia deve sapere che tra le possibili risposte figura anche la specializzazione post universitaria. Anzi dovrebbe sapere che si tratta di una delle possibilità più interessanti. Scegliere di proseguire gli studi aumenta la tua competenza e ti permette di dare maggiore risalto al tuo curriculum. Una formazione post universitaria, un master o una scuola di specializzazione, soprattutto in un ambito fortemente specifico, segnano il passo verso un lavoro sicuro e più qualificato.

La psicologia è una materia molto viva e dinamiche e continuamente cresce e si arricchisce di nuove intuizioni e nuovi approcci. Questa costante evoluzione richiede un focus continuo sulla propria preparazione. La scelta di proseguire nello studio non deve per forza rallentare il tuo avanzamento universitario. Sono sempre più i professionisti che scelgono di continuare a formarsi anche mentre lavorano.

Grazie all’impegno dell’Università Niccolò Cusano, che si spende ogni giorno per creare occasioni di formazione universitaria qualificanti e flessibili, moltissimi psicologi e professionisti del settore possono scegliere di iscriversi a master universitari on line, che garantiscono una preparazione di livello e trasversale, riducendo l’impatto della frequenza in presenza.
I master universitari Unicusano in ambito psicologico coprono diverse aree di interesse e con approccio innovativo e internazionale cercano di fornire una preparazione specifica per professioni molto richieste dal mercato del lavoro.
Per avere maggiori informazioni in merito puoi visitare il sito internet oppure compilare il form e richiedere gratuitamente un colloquio di orientamento.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com -. Slphotography

Credits foto 1: Depositphotos.com – pressmaster

Credits foto 2: Depositphotos.com – Khakimullin

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali