informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Fare un curriculum: consigli e regole d’oro

Commenti disabilitati su Fare un curriculum: consigli e regole d’oro Studiare a Chieti

Molte persone non sanno come fare un curriculum. Se sei tra queste non ti preoccupare, non è colpa tua. Purtroppo le scuole non danno abbastanza spazio a questo tema. Si impara a scrivere un curriculum efficace con l’esperienza. Noi ti offriamo qualche consiglio pratico per renderlo originale e preciso. In sintesi ti accompagniamo nella realizzazione passo passo di un documento che sappia parlare di te e delle tue capacità, dei settori in cui hai scelto di lavorare e studiare.

Modelli ed esempi di curriculum

curriculum vitae europeo o europassIl curriculum vitae è per definizione la sintesi delle tue esperienze formative e professionali. Esistono diversi modelli, ma il più richiesto dalle aziende è il curriculum europeo o Europass. Si tratta di un formato che viene ufficialmente utilizzato in tutta Europa e predispone le sezioni con un ordine ben preciso per facilitare la lettura.

Il modello di curriculum europeo è facilmente compilabile e scaricabile. Esistono siti internet che consentono la compilazione e l’aggiornamento direttamente on line, altrimenti puoi provvedere a scaricare il file e a compilarlo off line. Ma quali sono i pro e i contro del modello di curriculum europeo? Ecco i pro:

  • Struttura chiara e semplice
  • Concentrazione delle informazioni
  • Immediata riconoscibilità
  • Larga diffusione del modello

Sono molte le aziende che lo richiedono, ma ancora di più le amministrazioni, gli enti e i concorsi pubblici. Ma non tutti ritengono che tra i vari modelli di curriculum vitae non sia il migliore. Perché? Ecco i contro:

  • Poca originalità
  • Scarsa leggibilità
  • Impostazione grafica pesante
  • Scarsa capacità di sintesi

Si sconsiglia di utilizzare il formato europeo per le candidature spontanee. Effettivamente risultano tutti simili, passano sotto gli occhi dei recruiter senza destare tanta attenzione. In questo periodo storico anche la ricerca del lavoro si trasforma. Diventano sempre più rilevanti le propensioni personali, i talenti, le soft skills, che non trovano sufficiente spazio in questa impostazione. Soprattutto per quanto riguarda le professioni più recenti, legate al mondo della comunicazione, del web marketing e dell’innovazione è preferibile puntare su curriculum creativi. L’originalità può far emergere un curriculum tra i centinaia ricevuti da un’azienda. Fai delle valutazioni rispetto alla formalità dell’azienda e al tipo di mansione a cui ambisci, scegli quale tipologia di curriculum è più efficace.

Le sezioni del curriculum: cosa non deve mai mancare

Qualsiasi impostazione sceglierai per redigere un curriculum non puoi prescindere dall’inserimento di alcune sezioni fondamentali:

  • Informazioni anagrafiche
  • Percorso di formazione
  • Esperienze professionali
  • Competenze tecniche e linguistiche
  • Competenze relazionali

Vediamo ciascuna di queste sezioni nel dettaglio. Cercheremo di aiutarti a scrivere un curriculum vitae perfetto, in grado di rappresentarti al meglio.

Le informazioni di tipo anagrafico sono le prime a comparire, di solito in alto a sinistra accanto ad una foto personale. Bisogna inserire poche e concise informazioni:

  • Nome e cognome
  • Data di nascita
  • Recapiti e indirizzi

La data di nascita è particolarmente importante, perché in alcuni casi le posizioni sono aperte per una fascia di professionisti fino ad un massimo di età. E non cercare di barare, perché ormai l’era di internet ha facilitato la ricerca di informazioni personali e se avete scritto cose che non rispondono a verità farete una pessima figura.

Anche la foto vuole la sua parte. Vanno bene anche se scattate con il proprio cellulare su sfondo neutro (viene docce, bottiglie di vino sui tavoli, giostre e in generale rimandi a contesti poco professionali). Importante è il sorriso, che deve comunicare fiducia, ma senza esagerazioni. Non state comunicando ad un amico ma a professionisti, quindi mantenete uno stile formale.

Curriculum personalizzato e formazione

curriculum personalizzatoGià nella seconda sezione avrai modo di parlare di te e di ciò che hai fatto nella vita. Molto spesso capita di leggere curriculum in cui compaiono esclusivamente informazioni relative agli studi, ai master anche online e all’ambito accademico. In realtà è possibile allargare questa sezione personalizzandola. Inserisci come percorsi formativi anche le esperienze di volontariato, i corsi in cui hai appreso talenti e attitudini in linea con il lavoro che stai cercando. Hai finito il liceo e nel tempo libero ti occupavi della redazione del giornale scolastico o del corso di teatro? Perché non inserire anche queste attività all’interno della sezione formazione? Le aziende sono sempre più interessate a personalità multidisciplinari e questo potrebbe rappresentare un vantaggio se ancora non hai lavorato presso grandi aziende ma hai comunque dato il tuo contributo in altri contesti professionali.

Le esperienze professionali: esempi di curriculum vitae

Su internet esistono dei database molto forniti di diversi curriculum già compilati, a seconda della mansione per cui si vuole candidare. Il nostro consiglio è quello di scaricarli e utilizzarli come spunto per la compilazione, ma non di attenersi strettamente a questi modelli.

Le posizioni che hai ricoperto fino ad ora sono molto importanti, descrivile sinteticamente senza tralasciare i seguenti punti:

  • La durata dell’esperienza (inizio e fine)
  • Il profilo specifico
  • Le attività specifiche

Bastano poche parole, chiare ed incisive, a rendere l’idea di qual è stato il tuo ruolo dentro un’azienda. Se hai già diversi anni di carriera alle spalle cerca di ridurre all’essenziale la lista, elimina quelle non attinenti e focalizzati sulle più significative. Metterei il focus sui punti salienti e il tuo percorso apparirà agli occhi dei recruiter più completo e lineare.

Competenze tecniche e linguistiche

In questa sezione devi essere più formale. Tira fuori le certificazioni e gli attestati e riportali in ordine di conseguimento dal più recente al meno recente. Questa parte del curriculum è fondamentale soprattutto nei contesti in cui sono richieste specializzazioni tecniche per utilizzare determinate strumentazioni o tecnologie, ma anche per garantire un uso professionale del computer. Più in generale qui si inseriscono le abilitazioni che strutturano il curriculum in maniera ufficiale. Una parte importante è rappresentata dalle lingue. Dal momento che viviamo in un contesto sempre più allargato, in cui i confini sono labili, è fondamentale aver appreso almeno una lingua per affacciarsi al mercato del lavoro in un’ottica internazionale. Il modello del curriculum vitae europeo indica con precisione i vari livelli di comprensione linguistica, scritta, orale e di lettura, dando molto spazio a questo aspetto, a conferma della necessità sempre più urgente di una conoscenza approfondita di altre lingue.

Competenze relazionali: fac simile curriculum

Il tuo creare un fac simile dei curriculum presenti sulle scrivanie di molte aziende. Sii unico. Le competenze relazionali sono la tua possibilità di emergere. Anche qui la sintesi va bene, ma non troppo. È molto interessante conoscere in quale modo hai maturato questo tipo di capacità, raccontando brevemente in quale campo e in che momento della tua vita. Nessuna imitazione di modelli di curriculum già pronti ti aiuterà a tirare fuori queste parti del tuo percorso, solo tu sai cosa conta davvero e perché sono importanti per il lavoro a cui aspiri. Tra le competenze relazionali più richieste ci sono:

  • La capacità di lavorare in team
  • Il problem solving
  • L’adattamento a diversi ambienti culturali
  • Le capacità di comunicazione
  • Le doti di leadership
  • Il coordinamento di progetti

Fai mente locale e ricorda in quali ambienti hai appreso una ti queste capacità. Valorizzale nel tuo curriculum e sii fiero di te stesso. Sei quasi giunto al termine della redazione di uno dei documenti più importanti per trovare lavoro.

L’ultima parte contiene ulteriori informazioni, come le patenti che si possiedono e la disponibilità oraria part o full time. Una riga dichiara che accetti il trattamento dei tuoi dati personali nel rispetto della privacy. Il curriculum in alcuni casi dev’essere datato e firmato in originale, per validarlo come documento ufficiale. Adesso è pronto per essere spedito, rileggilo per eliminare eventuali errori di ortografia e battitura. Se hai seguito queste regole su come fare un curriculum vitae, tirando fuori il tuo massimo potenziale e la tua cifra unica, allora sei sulla buona strada. Il cammino per te sarà pieno di soddisfazioni.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali