informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come lavorare nell’organizzazione di eventi a Chieti

Come fare per lavorare nell’organizzazione di eventi a Chieti? Lo staff dell’università Niccolò Cusano, per venire incontro alle tante richieste nel settore dell’event management e per capire nel dettaglio cosa fa un event manager, ha deciso di fornire un piccolo vademecum necessario per tutti coloro che vogliono intraprendere questa specializzazione.
lavorare nell'organizzazione di eventi a chieti

Come lavorare nell’organizzazione di eventi a Chieti: tre consigli

Per poter lavorare nell’organizzazione di eventi a Chieti, lo staff dell’Università Niccolò Cusano ha deciso di fornire tre piccoli consigli, necessari per imporsi a testa alta nel mercato del lavoro, trovando con facilità un’occupazione.

Frequentare il Master in Event Management

L’università Niccolò Cusano di Chieti per venire incontro alla crescente richiesta nel campo dell’organizzazione di eventi ha promosso il master in event management online Progettazione e organizzazione di eventi – Event management online a Chieti.

La formazione offerta spazia dal fornire elementi di economia aziendale a formare sulla comunicazione e sulle strategie di marketing legate agli eventi; dalla normativa riferita alle varie tipologie di evento pubblico (eventi sportivi, culturali, aziendali, congressuali, musicali); dalla pianificazione dei ruoli e delle competenze legati all’organizzazione agli eventi privati (come ad esempio il wedding planner).

Iniziare con la gavetta

È importante, poi, iniziare ad entrare nel mondo dell’event management imparando da esperti nel settore; dunque, anche fare la gavetta è fondamentale per acquisire quelle competenze necessarie ad una corretta pianificazione ed organizzazione.

Non dimenticarsi mai la fantasia

La creatività e la fantasia sono le basi del lavoro di event management; queste non dovranno mai essere schiacciate del tutto dalle pur fondamentali logiche di marketing legate ai lanci di nuovi prodotti.

Cosa fa un event manager

Innanzitutto è d’obbligo ricordare che il settore dell’event management sta crescendo esponenzialmente, tanto da aver avuto necessità di assumere nuove risorse, facendo crescere il livello di occupazione nel settore del 27% negli ultimi 3 anni.

La motivazione è strettamente legata alle tecniche di marketing legate al lancio di nuovi prodotti, le quali prevedono un afflusso in prima persona da parte di un pubblico interessato (e che, poi, sarà l’acquirente finale). Infatti, partecipando ad eventi legati a lanci di prodotti, i fruitori si sentono importanti e capiscono che il loro parere è fondamentale per l’azienda.

Tutte le aziende stanno capendo la necessità di affidarsi ad event manager competenti che sono in grado di pianificare e strutturare grandi eventi pubblici, legati a nuove collezioni o lanci di prodotti e che porteranno una solida base di engagement alla ditta produttrice: ecco cosa fa un event manager.

La figura dell’event manager sta acquisendo sempre più possibilità di inserirsi all’interno del sistema-lavoro di molte aziende o di agenzie di marketing e comunicazione.

Inoltre, esiste la possibilità di mettersi in proprio, una volta acquisite tutte le competenze necessarie per lavorare nell’organizzazione di eventi a Chieti.

Master in event management, tutte le specifiche

Frequentare il master in event management sembra la via migliore per specializzarsi in questa professione e capire nel dettaglio cosa fa un event manager.

La fruizione delle lezioni del master in event management è online, possibile grazie alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito internet dell’università.

Per avere maggiori informazioni su come lavorare nell’organizzazione di eventi a Chieti e su cosa fa un event manager nel dettaglio, è possibile collegarsi al sito internet dell’Università Niccolò Cusano o contattare il numero 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Come lavorare nell’organizzazione di eventi a Chieti Studiare a Chieti

Leggi tutto

Lavorare nel campo della moda a Chieti, i consigli di Unicusano

Sono sempre più i ragazzi che scelgono di lavorare nel campo della moda a Chieti, decidendo di tuffarsi in questo mondo fatto di inventiva, fantasia e conoscenza dei trend.
Lavorare nel campo della moda a Chieti

Da alcuni dati emersi da un’indagine condotta dallo staff dell’università online Niccolò Cusano – infatti – si è riscontrato negli ultimi 5 anni un costante aumento riferito al lavorare nel campo della moda a Chieti.

Si sta assistendo ad un proliferare di offerte di lavoro nel campo della moda.

Nello specifico, per accaparrarsi un lavoro nel campo della moda, è emerso che i ragazzi scelgono una formazione online, rimanendo a studiare nella propria città, per poi andare a specializzarsi nelle capitali della moda.

E non parliamo solo di Milano, sono sempre più i laureati all’università online Niccolò Cusano di Chieti a voler cercare fortuna all’estero trasferendosi dopo l’università a Parigi, Londra o New York.

È assodato, inoltre, che oltre ad una formazione specifica è importante avere doti particolari per lavorare nel campo della moda a Chieti quali la passione, il talento e la creatività.

Per fornire delle specifiche utili a coloro che sono interessati ad un lavoro nel campo della moda, lo staff dell’Università Niccolò Cusano ha deciso di fornire una panoramica riferita alle varie professioni del settore e, successivamente, alcune dritte sugli studi da affrontare.

Le professioni della moda

Nel levoro nel campo della moda esistono tante professioni diverse, tutte caratterizzate da slancio inventivo, talento e conoscenza dei trend.

Nello specifico, è possibile inserirsi nel lavoro nel campo della moda come tecnici (ad esempio stilisti, trend hunter, direttori creativi o modellisti) o nei reparti comunicazione e pr, fondamentali per tutte le case nell’opera di organizzazione di sfilate ed occasioni. In questo caso, le risorse si occuperanno di creare il passaparola, la pubblicità e specificare la brand identity.

All’interno di questo comparto riferito alla comunicazione nella moda, si imporranno figure di Marketing Manager, Brand Manager, Responsabili di prodotto e curatore di eventi.

Infine, la moda ha bisogno anche di figure attive come modelle e modelli per i quali è d’obbligo un book fotografico professionale e la segnalazione di agenzie specializzate.

Lavorare nel campo della moda a Chieti, ecco cosa studiare

Per inserirsi all’interno del sistema-moda, lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Chieti consiglia un Master propedeutico alla formazione nel campo della comunicazione che si coadiuvi, poi, con master o corsi specializzati.

È indispensabile, poi, formarsi con la gavetta presso agenzie di moda o di marketing specializzato. Va ricordato, infatti, che per sviluppare la fantasia e il talento, il miglior modo di studiare è quello di essere a contatto con i professionisti del settore.

Scopri tutte le possibilità e le offerte di lavoro nel campo della moda… con una formazione così, sarà facile trovare un lavoro!

Commenti disabilitati su Lavorare nel campo della moda a Chieti, i consigli di Unicusano Studiare a Chieti

Leggi tutto

Vivere Chieti d’inverno, i consigli di Unicusano tra musica e teatro

Vivere Chieti d’inverno è un modo particolare e interessante per valorizzare la città, partecipando attivamente agli eventi in programma. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le attività preferite dagli universitari che hanno deciso di frequentare i corsi online promossi dall’Università Niccolò Cusano a Chieti.

Vivere Chieti d'inverno

Il teatro e la musica si attestano come le due più grandi passioni, necessarie per vivere Chieti.

Infatti, gli studenti universitari che hanno risposto al quesito proposto dallo staff dell’Università Niccolò Cusano su quale fossero gli eventi preferiti di gennaio e febbraio a Chieti, hanno affermato di apprezzare molto le proposte dei vari teatri della città.

Nello specifico, ecco una carrellata degli eventi in programma in città tra gennaio e febbraio dove sarà possibile incontrare altri universitari intenti a vivere Chieti d’inverno.

Vivere Chieti, tutti gli eventi a Chieti in programma

Il 7 e l’8 gennaio va in scena presso il Teatro Marrucino di Chieti, “Una giornata particolare” con Giulio Scarpati e Valeria Solarino

I due attori vestono, in quest’opera teatrale, i panni di Sophia Loren e Marcello Mastroianni.

L’opera si svolge il 6 maggio del 1938, giorno della visita di Hitler a Roma quando, per una coincidenza, Antonietta e Gabriela si conoscono. Lei è madre di sei figli, pronti per partecipare alla parata in occasione della visita di Hitler, lui è un ex annunciatore dell’EIAR che sta preparando la valigia in attesa di andare al confino perché omosessuale.

Il 19 gennaio, il Royal Ballet of Moscow presenta “Il Lago dei Cigni”

Il balletto, che si svolgerà alle ore 21:00 presso il Teatro Auditorium Supercinema di Chieti, è una calamita in special modo per le universitarie innamorate della danza e delle sue suggestioni, amanti degli eventi a Chieti legati alla danza.

Questo grande classico del balletto è diretto per l’occasione da Anatoly Emelyanov e danzeranno i ballerini del “Royal Ballet of Moscow – the Crown of Russian Ballet”. Il corpo di ballo annovera ballerini di grande raffinatezza artistica ed esperienza, provenienti dai migliori teatri russi.

L’ultimo weekend del mese (28 e 29 gennaio), presso il Comune di Chieti, si svolge il mercatino dell’antiquariato “l’Antico in Piazza”

Al mercatino partecipano espositori provenienti da tutta la regione e sarà l’occasione per gli universitari appassionati di vintage e collezionismo per acquistare deliziosi oggetti d’epoca.

Sono sempre più, infatti, i ragazzi appassionati di oggetti antichi o artigianali che annoverano tra le loro passioni il collezionismo. Tra le raccolte più gettonate quella di vinili o di accessori vintage come cravatte o cappelli.

Il 13 gennaio, cover band di Lucio Dalla presso la Stammtisch Tavern di Chieti Scalo

Le canzoni più belle e più conosciute del maestro bolognese saranno riproposte in un serata dedicata alla grande musica presso un locale di Chieti Scalo ad opera della cover band “Work in Progress Lucio Dalla”.

Sono molti gli universitari che hanno affermato di voler partecipare alla serata così da scoprire (e ri-scoprire) le canzoni più famose tra cui Caruso, Futura, Canzone e La sera dei Miracoli.

Il 4 e 5 febbraio presso il Teatro Marrucino continua la stagione di prosa con l’opera “La bottega del caffè” interpretata da Pino Micol e Vittorio Viviani

Tra gli eventi a Chieti, eccone un’altro legato al teatro: il regista Maurizio Scaparro reinterpreta magistralmente l’opera goldoniana scritta in lingua toscana, in modo tale da avere maggiore diffusione rispetto al veneziano.

Il regista segue rigorosamente i canoni goldoniani realizzando una commedia dei sentimenti caratterizzata dall’agire istintivo degli esseri umani, con le musiche originali del premio Oscar Nicola Piovani.

Il 13 gennaio presso Speakeasy The Artist Asd è in programma una Jazz Night

Stefano Colombi alla chitarra e Antonio Marrone al basso, delizieranno i presenti riproponendo bellissima musica jazz; tra gli eventi a Chieti, rappresenta un genere molto amato dagli studenti universitari.

Per vivere Chieti d’inverno, non c’è niente di meglio che regalarsi una serata suggestiva dove un bicchiere di vino accompagna le note del jazz.

Il 25 febbraio arriva al Teatro Marrucino lo spettacolo con Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere: “Il padre” di Florian Zeller per la regia di Piero Maccarinelli

La pièce teatrale narra le vicende di un uomo la cui memoria inizia a vacillare e la bravura dell’interprete sta proprio nel portare gli spettatori dentro la condizione di smarrimento causata dalla perdita della memoria.

Un grande Alessandro Haber che, nel corso dell’opera, non riesce più a distinguere il reale dall’immaginario, così da coinvolgere tutti gli spettatori con grande emozione in questo percorso dolorosamente poetico.

Il 4 marzo, Massimo Dapporto e Tullio Solenghi divertiranno il pubblico con la commedia “Quei due”

Sempre al Teatro Marrucino, va in scena una divertente commedia interpretata dall’insolita coppia Dapporto-Solenghi i quali interpretano una coppia gay.

I due interpretano rispettivamente Charlie e Harry, due barbieri della periferia londinese che vivono insieme da una trentina d’anni tra tanti litigi e la certezza di non poter comunque fare a meno l’uno dell’altro.

È una commedia divertente ed attuale che invita alla riflessione su temi attuali quali l’integrazione e l’omosessualità.

Vivere Chieti d’inverno, tra gennaio e febbraio, non è mai stato così interessante! E voi, quale evento preferite? Raccontatecelo nei commenti.

Commenti disabilitati su Vivere Chieti d’inverno, i consigli di Unicusano tra musica e teatro Studiare a Chieti

Leggi tutto

Tesi di laurea a Chieti? è a km zero

Con gennaio arriva il momento delle tesi di laurea a Chieti e lo staff dell’Università online Niccolò Cusano ha voluto indagare quali fossero gli argomenti maggiormente gettonati dagli studenti.

Tesi di laurea a Chieti

Dal sondaggio, emerge che il 56% degli iscritti ai corsi di laurea online hanno scelto come argomento della tesi di laurea a Chieti qualcosa che fosse “a km zero”, dunque fortemente legato al territorio.

La scelta degli studenti di preferire argomenti legati alla propria città è intimamente legata alla volontà di restare a studiare a Chieti usufruendo della modalità di studio in e-learning offerta dall’Università Niccolò Cusano.

Infatti, le lezioni possono essere fruite direttamente collegandosi alla piattaforma telematica sul sito internet dell’università; inoltre agli studenti è offerto anche un sistema di tutoraggio e un’assistenza tecnica in caso di eventuali problemi legati all’uso della piattaforma.

Ma vediamo nello specifico quali sono stati gli argomenti “a km zero” più gettonati dagli studenti che si stanno laureando a gennaio nel corso della sessione di laurea invernale.

Magari, alcuni di questi titoli potranno fornire da spunto per altri studenti interessati ad argomenti riguardanti il territorio.

Tesi di laurea a Chieti, ecco gli argomenti più gettonati

Quali sono stati i titoli per le tesi di laurea più gettonati? Quali sono gli argomenti a più alto impatto sul territorio abruzzese, in particolare di Chieti? Lo staff dell’Università Niccolò Cusano ha deciso di fornire alcuni titoli da esempio tesi di laurea.

Lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Chieti ha indagato tra i titoli scelti per le tesi di laurea a Chieti dai laureandi di gennaio.

Gli iscritti alla facoltà di Economia e Management hanno svolto tesi riguardanti lo sviluppo turistico della zona con titoli: “Emigrazione: risorsa o impoverimento? Il caso abruzzese”, “Il patrimonio storico-artistico e culturale come potenziale fonte di sviluppo economico dell’Abruzzo”, “Promozione e sviluppo del turismo di nicchia in Abruzzo”, “Dall’arretratezza economica allo sviluppo: l’Abruzzo negli ultimi 30 anni”, “La gestione economica delle risorse naturali nel Parco Nazionale d’Abruzzo” e “Aspetti occupazionali delle organizzazioni non lucrative in Abruzzo”.

I ragazzi iscritti alla facoltà di Scienze Politiche, invece, si sono concentrati sullo sviluppo legato alle politiche territoriali; ecco quale esempio tesi di laurea: “La cultura pastorale in Abruzzo”, “Un film festival in Abruzzo come promotore dello sviluppo turistico”, “La ferrovia in Abruzzo: da struttura debole del territorio a potenzialità turistica” e “L’Abruzzo nel Mezzogiorno d’Italia e nell’Unione Europea: analisi delle politiche di sviluppo”.

Infine, i laureandi della facoltà di Psicologia hanno scelto tesi di laurea legate al territorio dal titolo: “La rappresentazione delle catastrofi nei mezzi di informazione (il caso del terremoto dell’Aquila nel 2009)” e “Terremoto sul Web. L’informazione sulle catastrofi ai tempi del citizen journalism e l’impatto sulla popolazione”.

Avete trovato utile questo esempio tesi di laurea? Buon lavoro!

Commenti disabilitati su Tesi di laurea a Chieti? è a km zero Studiare a Chieti

Leggi tutto

I tre lavori più richiesti a Chieti e dintorni

I sondaggi condotti dall’Università online Niccolò Cusano hanno voluto indagare, stavolta, i tre lavori più richiesti a Chieti e dintorni.

I tre lavori più richiesti a Chieti e dintorni

Il motivo di tale indagine è uno: aiutare gli studenti ad affacciarsi verso professioni che permettano di trovare occupazione appena dopo il conseguimento della laurea.

L’università, infatti, non deve essere un’istituzione scollegata dalla vita reale e dal contesto sociale bensì un organo integrato nelle dinamiche del territorio relative ai livelli occupazionali.

È proprio la scelta di permettere la frequentazione dei corsi di laurea online direttamente da casa, senza dover essere costretti ad emigrare in altre città, alla base della decisione dell’Università Niccolò Cusano di sviluppare e promuovere il territorio della provincia italiana.

Per questo, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Chieti, ha deciso di stilare una classifica de i tre lavori più richiesti a Chieti e dintorni, sperando che possa essere di aiuto ai laureandi interessati a lanciarsi verso il mondo del lavoro ma anche degli studenti che si accingono ad iscriversi ai corsi di laurea.

Scegliere il corso di laurea più affine alle proprie propensioni infatti, permette di trovare successivamente un lavoro maggiormente in linea con le proprie aspettative.

C’è da precisare, in ogni modo, che tutti i corsi promossi dall’Università Niccolò Cusano sono fortemente legati alle nuove tecnologie e agli sviluppi occupazionali che si stanno manifestando in tutt’Italia.

Ma vediamo insieme quali sono i tre lavori più richiesti a Chieti e dintorni, secondo lo staff dell’Università online di Chieti.

I tre lavori più richiesti a Chieti e dintorni, la classifica di Unicusano

Ingegnere civile

Gli ingegneri civili, in grado di occuparsi della pianificazione urbana, sono particolarmente richiesti nelle zone dove si sta assistendo ad una riqualifica urbana.

La valorizzazione del territorio, infatti, passa anche (e soprattutto) attraverso le opere di urbanizzazione eseguite con tutti i criteri seguendo la normativa aggiornata antisismica.

SEO specialist

Per tutte le aziende che intendono lanciare i propri prodotti sul web è fondamentale affidarsi alla figura di un SEO specialist che sappia ottimizzare il sito internet aziendale così da aumentare il bacino di utenza e il pubblico interessato ad acquistare.

Non sono solo le grandi aziende, infatti, a dover sviluppare il marketing e la comunicazione interna ma anche le piccole realtà locali che vogliono uscire dall’anonimato e aumentare la clientela.

Gestione contabilità aziendale

Al tempo stesso, per le aziende locali è opportuno avere nell’organico anche un laureato in economia aziendale e management in grado di gestire il piano economico della società.

Con una gestione corretta ed oculata del sistema costi/benefici ed una pianificazione amministrativa, le aziende potranno svilupparsi e crescere.

Commenti disabilitati su I tre lavori più richiesti a Chieti e dintorni Studiare a Chieti

Leggi tutto

Diventare allenatori a Chieti, ecco il Master di Unicusano

Diventare allenatori a Chieti è l’obbiettivo di molti ragazzi che si affacciano all’ambito sportivo. Ma come riuscirci in maniera completa e cosciente? Per venire incontro alla crescente necessità di professionisti dello sport, l’Università Niccolò Cusano ha deciso di promuovere il Master “Allenarsi per allenare il sé psicocorporeo dell’atleta”.

Diventare allenatori a Chieti

Il Master, della durata di un anno (1.500 ore) per 60 crediti formativi è frequentabile in modalità e-learning grazie alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito dell’Università Niccolò Cusano.

In questo modo, i professionisti dello sport, potranno ampliare la propria formazione gestendo lo studio autonomamente, senza orari imposti. Così, sarà possibile dedicarsi completamente sia al lavoro sia alla formazione, senza dover “tralasciare” nessuno dei due aspetti.

Il Master è articolato in lezioni video e materiale fad appositamente predisposto, un congruo numero di ore destinate all’auto-apprendimento, allo studio individuale e domestico,  lezioni interattive in aula facoltative, eventuali verifiche per ogni materia.

Master per diventare allenatori a Chieti

Per iscriversi al Master “Allenarsi per allenare il sé psicocorporeo degli atleti” è necessario essere in possesso di una laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509, una laurea ai sensi del D.M. 509/99 e ai sensi del D.M. 270/2004, una laurea magistrali ai sensi del D.M. 509/99 o una laurea magistrali ai sensi del D.M. 270/2004.

Obbiettivo del Master online promosso dall’Università online Niccolò Cusano è quello di riabilitare la figura dell’atleta, considerato come un unicum di mente e corpo.

Dunque, un allenatore correttamente formato dovrà essere in grado di riconoscere le emozioni vissute dall’atleta, prestando attenzione al “linguaggio del corpo” senza basarsi soltanto sulle prestazioni fisiche.

In seguito a questa formazione, l’allenatore potrà concepire l’atleta in termini di unità mente-corpo, superando così l’anacronistica tendenza a trattare separatamente i diversi piane e, al contempo, imparerà a relazionarvisi in maniera corretta e costruttiva.

L’allenamento, conseguentemente a quanto appreso nel corso del Master, tenderà a impostare correttamente i diversi training di preparazione, sviluppando quello che possiamo definire “l’uomo-atleta”.

Vuoi avete maggiori informazioni su come diventare allenatori a Chieti? Desideri maggiori specifiche sulla psicologia applicata allo sport e sulle materie di studio proposte dal Master “Allenarsi per allenare se sé psicocorporeo degli atleti”?

Contatta il numero verde 800 98 73 73 o collegati al sito internet dell’Università Degli Studi Niccolò Cusano di Chieti.

Commenti disabilitati su Diventare allenatori a Chieti, ecco il Master di Unicusano Studiare a Chieti

Leggi tutto

Prepararsi agli esami: 5 consigli di Unicusano

Lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Chieti ha voluto fornire agli studenti universitari, in vista della sessione di esami di gennaio, cinque consigli importanti su come prepararsi agli esami.

prepararsi agli esami

In vista degli appelli d’esame, infatti, è importante organizzarsi al meglio, così da non perdere tempo riuscendo ad arrivare preparati alla sessione d’esame senza troppi sforzi.

Ma quali sono i fondamentali per studiare correttamente? Lo rivela lo staff dell’Università online Niccolò Cusano, da sempre vicino agli studenti e attento alle loro esigenze.

Prepararsi agli esami: cinque consigli top

Organizzare un calendario di studio

Quanti esami voglio sostenere nel corso di questa sessione? Quali date sono le migliori da scegliere?

Una volta risposto a queste domande è bene cominciare ad organizzare un calendario di studio, pianificando le ore giornaliere da dedicare al ripasso.

Infatti, spesso si tende a studiare eccessivamente, rischiando di sovraccaricare il cervello.

Invece, è bene pianificare quattro/cinque ore dedicate allo studio ogni giorno, così da mantenere sempre allenato il cervello ma concedendosi anche dei momenti di svago e riposo.

Pianificare un calendario in vista della sessione d’esami invernale, infine, aiuta a scacciare lo stress e l’ansia da possibile impreparazione.

Reperire tutto il materiale necessario

Prima di iniziare è opportuno avere presente tutto il materiale che servirà per studiare.

Quindi, via libera a giornate in biblioteca o a casa di amici per recuperare dispense e fotocopie.

Quando si inizierà a studiare, non deve esserci più il rischio di incorrere in eventuali lacune causate da materiale mancante.

Ogni giorno perso, una volta pianificato il calendario di studio in vista della sessione di gennaio, infatti, andrà recuperato togliendo spazio ad altri impegni.

Leggere

La lettura del materiale è fondamentale per immagazzinare le conoscenze.

Anche se non si tratta di un vero e proprio studio, infatti, la lettura permette alle informazioni di sedimentarsi nella memoria.

Così, quando studiando si presenterà un eventuale collegamento con ciò che si è letto in precedenza, il cervello sarà facilitato nell’apprendimento e creerà un collegamento con l’informazione già presente in background.

Inoltre, la lettura permette al cervello di rimanere sempre acceso ed allenato, pronto ad acquisire gli stimoli che arriveranno successivamente con la fase di studio.

Sistemare gli appunti

Anche se dovrebbe essere abitudine consolidata quella di sistemare gli appunti subito dopo la lezione in quanto si hanno più freschi i concetti espressi dal professore, anche prima di studiare è importante rivedere i propri appunti.

Gli appunti, inoltre, dovrebbero essere integrati con un ricevimento conclusivo dal professore, così da porre al docente eventuali dubbi in merito ai concetti espressi a lezione.

La formula di e-learning promossa dall’Università Niccolò Cusano permette agli studenti di avere un sistema di tutoraggio telematico, così da poter colloquiare direttamente con il professore.

Ripetere a voce alta

Infine, quando si saranno immagazzinate tutte le nozioni necessarie per affrontare serenamente un esame, è importante ripetere a voce alta, così da fissare meglio i concetti.

Inoltre, ripetere a voce alta per prepararsi agli esami aiuta a focalizzare meglio ciò che si è imparato: la memoria uditiva, infatti, è di gran lunga più duratura di quella visiva.

Non da ultimo, va considerato che la ripetizione a voce alta (magari di fronte ad uno specchio) aiuta ad acquisire maggiore sicurezza e a far caso ad eventuali errori di pronuncia di parole straniere o dell’uso improprio di termini dialettali.

Si potrebbe anche ripetere di fronte ad amici e familiari; anche se non addentro alla materia d’esame, infatti, potranno aiutare lo studente a capire se la sua esposizione è chiara o se fa uso di eccessive subordinate che rendono meno immediato il concetto.

Attenzione all’ambiente di studio

L’ambiente nel quale si studia è oltremodo importante per garantire un apprendimento tranquillo ed efficace.

Nello specifico è importante regolare le luci che devono essere ben indirizzate sulla scrivania in modo da non fare ombra, lasciando un po’ più scuro l’ambiente retrostante.

Quando possibile, è bene studiare utilizzando la sola luce naturale che affatica meno gli occhi.

La posizione nella quale si sta seduti deve esser ergonomica utilizzando una poltrona ad hoc, senza mantenere posizioni sbagliate studiando, ad esempio, a letto o sul divano.

Le distrazioni, poi, devono essere ridotte al minimo: occhio a non utilizzare il computer con i social network aperti ed evitare di tenere alta la suoneria del cellulare.

Inoltre, è possibile tenere con sé sulla scrivania qualche snack e una bottiglia d’acqua, così da potersi concedere qualche piccola pausa ristoratrice nel corso dello studio.

Per avere altri consigli su come prepararsi agli esami online, è possibile contattare lo staff dell’Università Niccolò Cusano chiamando il numero verde 800 98 73 73.

Un esperto saprà indirizzarti al meglio, suggerendoti qualche piccolo trucco per una preparazione efficace in vista della sessione d’esami invernale.

Buono studio a tutti!

Commenti disabilitati su Prepararsi agli esami: 5 consigli di Unicusano Studiare a Chieti

Leggi tutto

Natale a Chieti, eventi e mercatini

Il Natale a Chieti è un momento magico, pieno di eventi e mercatini che aumenteranno la suggestione tipica di questo periodo di festa.

Natale a Chieti

Gli universitari che hanno deciso di frequentare l’università online a Chieti hanno affermato di essere interessati agli eventi in programma, sia organizzati in città dal Comune sia nei dintorni.

L’atmosfera natalizia, infatti, si respira in ogni città dove – per l’occasione – sono allestiti mercatini artigiani e di prodotti tipici del territorio. Inoltre, venendo da fuori, il Natale è il momento migliore per conoscere la città, scoprendone i luoghi più segreti e speciali.

Ma quali sono gli eventi del Natale a Chieti? Scopriamolo insieme allo staff dell’Università online Niccolò Cusano a Chieti…

Natale a Chieti, ecco cosa fare

Si inizia con la seconda edizione del “Teate Winter Festival” (manifestazione realizzata con la direzione artistica del maestro Michele di Toro), in programma dal 2 dicembre al 6 gennaio.

Questa manifestazione jazzistica prevede sei concerti durante tutto il mese; vanno ricordati nello specifico tre appuntamenti da non perdere:

  • Il 23 dicembre alle ore 21 si esibirà la “Piccola orchestra italiana senza strumenti” dei MezzoTono, trio fondato da Lorenzo Tucci;
  • Il 29 dicembre il quartetto di Francesca Ajmar coinvolgerà il pubblico con le musiche brasiliane della bossa nova;
  • Il 6 gennaio si terrà il concerto conclusivo della rassegna: Angelo Valori & M.Edit Voices eseguiranno un suggestivo repertorio di melodie popolari, canti sacri e polifonie rinascimentali.

Natale a Chieti… e dintorni

A un’ora di macchina da Chieti si trova Lama dei Peligni, dove si terrà la festa di Santa Barbara, patrona dei minatori.

La tradizionale festa si concluderà con “il ballo della pupa”: un fantoccio di cartapesta sarà bruciato di fronte alla chiesa di San Nicola e San Clemente e, nel corso di questo momento di purificazione, un ballerino eseguirà passi di danze popolari come la tarantella.

Bruciare la “pupa”, secondo la tradizione, è auspicio per avere un anno prospero e ricco.

A Lanciano (45 minuti da Chieti), nel periodo natalizio, il Comune propone una serie di appuntamenti culturali e musicali da non perdere.

Da segnalare “la via dei presepi”: itinerario religioso e culturale che propone la visita alle antiche chiese della città in cui sono allestite rappresentazioni della natività

Inoltre, presso il Teatro Fenaroli il 26 dicembre si terrà il concerto di Santo Stefano, il 2 gennaio il Concerto di Capodanno dell’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile e il 6 gennaio la “Rappresentazione del presepe vivente”.

L’occasione per scoprire uno dei borghi più belli d’Italia, poi, è quella di trascorrere un giorno delle festività natalizie a Rocca San Giovanni (40 minuti da Chieti).

Qui sarà possibile acquistare prodotti della tradizione enogastronomica locale e artigianato di qualità presso il mercatino di Natale.

Commenti disabilitati su Natale a Chieti, eventi e mercatini Studiare a Chieti

Leggi tutto

Diventare export wine manager a Chieti, i consigli di Unicusano

Il sistema del “food & beverage” made in Italy si sta sempre più lanciando alla conquista dei mercati esteri. Per questo, diventare export wine manager a Chieti è molto richiesto.

diventare export wine manager a Chieti

A volersi affermare in questa professione sono sia nuove figure sia professionisti già inseriti all’interno dello specifico mercato.

Quali competenze si deve acquisire per diventare export wine manager a Chieti

Un manager del vino dovrà necessariamente avere competenza di mercato e di prodotto e conoscenza delle lingue straniere.

Inoltre è importante una formazione legata al marketing, alla comunicazione e alle public relations in quanto, per un export wine manager, è fondamentale tessere relazioni.

La risorsa umana, infatti, è il cardine per sviluppare il wine business nel mondo.

Le aziende rappresentate all’estero da un wine manager hanno la necessità di costruirsi una nicchia di riferimento, iniziando a improntare il proprio mercato verso l’esportazione.

In riferimento ai mercati internazionali, va detto che è la figura umana – un professionista serio e formato in maniera specialistica – a rendere competitivo e interessante un determinato prodotto.

Chi si accinge a diventare export wine manager a Chieti dovrà, infatti, gestire l’iter produttivo dalla creazione ad hoc per un mercato estero alla commercializzazione vera e propria.

A facilitare il lavoro, è d’obbligo ricordare che le eccellenze de Made in Italy sono amate dagli stranieri i quali sono disposti ad investire notevoli capitali.

Master per diventare export wine manager a Chieti

L’università Online Niccolò Cusano – da sempre proiettata verso la globalizzazione e al contempo verso la rivalutazione dei prodotti nostrani – ha promosso un Master in Export Wine Management.

Il master, fruibile attraverso la piattaforma telematica messa a disposizione dal portale dell’università, dura 1.500 ore per 16 crediti formativi.

Tutti gli iscritti saranno accompagnati all’interno del sistema vitivinicolo italiano con partecipazioni a convegni, degustazioni e tirocini specifici.

Il Master è rivolto a neo laureati ma anche a professionisti del settore che mirano ad espandere il loro mercato verso l’estero.

È proprio grazie alla fruizione online che lavoratori e manager possono frequentare il Master promosso dall’università Niccolò Cusano.

La modalità e-learning, infatti, permette di seguire le lezioni in qualsiasi momento della giornata, organizzando lo studio sulla base degli altri impegni.

Vuoi avere maggiori informazioni su come diventare export wine manager a Chieti? Chiama il numero verde 800 98 73 73.

Commenti disabilitati su Diventare export wine manager a Chieti, i consigli di Unicusano Studiare a Chieti

Leggi tutto

Cibi da evitare durante le pause tra le lezioni, i consigli di Unicusano

Insegnare agli universitari, concentrati sul planning intenso delle lezioni, la cultura del cibo è importante. Per questo lo staff dell’Università Niccolò Cusano ha voluto pubblicare una guida sui cibi da evitare durante le pause tra le lezioni.

cibi da evitare durante le pause tra le lezioni

Molto spesso, infatti, si tende a sacrificare la pausa pranzo o il momento dello spuntino perché presi a gestire lo studio o affrontare la nuova lezione.

Questo atteggiamento è proprio sia degli studenti che frequentano le lezioni in sede sia di quelli che ne fruiscono online.

Sono gli iscritti all’Università Niccolò Cusano di Chieti ad affermare, infatti, di dimenticarsi spesso di mangiare oppure di sostituire del cibo sano con qualche schifezza trangugiata davanti al computer.

I cibi da evitare durante le pause tra le lezioni

Come prima cosa, lo staff dell’Università Niccolò Cusano tiene a precisare che è importante mangiare sano e praticare attività fisica; al tempo stesso, è importante non saltare mai la pausa pranzo e gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio.

Inoltre, cominciare la giornata con una colazione salubre e gustosa è buona norma per corroborare nel corso della mattinata, tenendo alto il livello d’attenzione e concentrazione.

Nello specifico, durante le pause o in pausa pranzo è bene evitare:

  • Junk food; i cosiddetti “cibo spazzatura” come pizzette unte, panini con salse grasse come la maionese, tramezzini, snack salati e dolci sono assolutamente da evitare. Infatti, al contrario di quanto si pensa comunemente, contengono grassi saturi che inibiscono la concentrazione e l’attenzione, favorendo il sonno.
  • Bevande gassate; cole ed energy drink sono sconsigliati in quanto fanno assumere calorie in eccesso. Meglio, piuttosto, optare per una mezza birra o per un bicchiere di vino. Senza esagerare!
  • Caffè; un caffè a fine pasto è assolutamente permesso; ciò che occorre evitare è l’abuso di questa bevanda. Invece di svegliare, infatti, il consumo eccessivo di caffeina, crea agitazione e fa crollare il livello di concentrazione

Quindi, cosa mangiare?

Dopo aver sviscerato i cibi da evitare durante le pause tra le lezioni, è bene focalizzare l’attenzione sui cibi consigliati.

Per mantenere una dieta equilibrata che permetta di non appesantirsi troppo, sviluppando la concentrazione necessaria per seguire le lezioni proposte dall’Università Niccolò Cusano, è consigliabile assumere cibi sani e bere almeno 2 litri d’acqua al giorno.

Per la pausa pranzo, lo staff consiglia di mangiare quanto più spesso possibile un piatto di pasta al sugo, magari di pesce. I carboidrati, al contrario di quanto si pensa, “accendono” il cervello e innalzano il livello d’attenzione.

Se consumare un piatto caldo è impossibile, è buona norma mangiare un’insalatona ben condita accompagnata di una fetta di pane.

Le verdure, infatti, danno un senso di sazietà e non portano lo studente a sentire la necessità di concludere il pasto con qualche schifezza.

Per gli spuntini, non c’è niente di meglio di uno yogurt o un frutto. Vietati i dolcetti.

Commenti disabilitati su Cibi da evitare durante le pause tra le lezioni, i consigli di Unicusano Studiare a Chieti

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali